Biathlon | 09 dicembre 2022, 11:00

Biathlon - Lampic: "Folle che sia quinta con tre errori"

L'incredulità della slovena, in top-5 all'esordio in Coppa del Mondo

Biathlon - Lampic: "Folle che sia quinta con tre errori"

A maggio lasci una carriera decorata e molto più che decorosa per cimentarti in uno sport da cui parti da zero, o quasi. Ti alleni tutta l'estate, provi la gamba e il tiro all'Ibu Cup e poi centri il quinto posto al battesimo di fuoco in Coppa del Mondo di biathlon. In sette mesi la vita sportiva di Anamarija Lampic è stata sconvolta e capovolta, ma la slovena ha la scorza dura e ha dimostrato grande capacità di adattamento nel suo passaggio dallo sci di fondo al biathlon.

Hochfilzen ha visto una Lampic capace di stupire nella sprint 7,5 km, chiusa in top-5 malgrado tre errori in piedi: «Non riesco a spiegarmelo, è completamente folle. Voglio solo divertirmi e divertire, ed è andata proprio così. Dopo la prima serie ero entusiasta: mi sono detta di andare avanti, purtroppo ho chiuso il secondo poligono con tre errori, ma avrei potuto fare anche 0/5, dunque sono contenta», queste le parole della slovena dopo la gara. «Mancati i primi tre tiri, mi sono calmata e ho respirato, come vuole il mio allenatore Ricco Gross. Onestamente non mi aspettavo di arrivare così in alto in classifica, questo risultato significa molto per il mio percorso di crescita».

Al solito strepitosa la sua andatura sugli sci, dove ha inflitto 27 secondi a Elvira Öberg. Con questo passo nel course time, sabato Lampic potrà lottare per un podio nell'inseguimento che fino a pochi giorni fa avrebbe avuto dell'incredibile. Eppure lei si sente lontana dalla miglior condizione: «Dopo quattro gare e due giorni di viaggio nell'ultima settimana, non mi sentivo così fresca fisicamente come a Idre. Ero stanca, ma ancora molto veloce. È assurdo che sia quinta con tre errori al tiro».

Valerio Barretta

Ti potrebbero interessare anche: