Olimpiadi | 07 gennaio 2023, 08:00

Olimpiadi invernali 2030 - Svizzera pronta a candidarsi con Francia e Italia? La situazione

Olimpiadi invernali 2030 - Svizzera pronta a candidarsi con Francia e Italia? La situazione

Potrebbe palesarsi un colpo di scena per quanto concerne le candidature a ospitare le Olimpiadi invernali 2030. Mentre quelle di Vancouver (Canada) e Sapporo (Giappone) hanno recentemente subìto battute d'arresto, come vi abbiamo documentato sulle colonne di Fondo Italia, il quotidiano elvetico "Le Temps" ha diffuso la notizia secondo cui la Svizzera, con particolare riferimento al Canton Vallese, sarebbe interessata a organizzare i Giochi.

Secondo quanto si legge sulla testata sopra menzionata, "è attualmente in preparazione un fascicolo di candidatura attorno all'Espace Mont-Blanc, che riunisce Svizzera, Italia e Francia, per le Olimpiadi del 2030". Di fatto, oltre ai territori svizzeri, la rassegna a cinque cerchi verrebbe organizzata anche in località dell'Alta Savoia, come Chamonix (che ospitò i primi Giochi nel 1924, ndr), e del Nord Italia.

Se tale prospettiva fosse vera, il nostro Paese potrebbe vivere un inaspettato bis a soli quattro anni di distanza dai Giochi di Milano Cortina 2026. Va tuttavia precisato, per dovere di cronaca, che lo Swiss Olympic, unico comitato in grado di proporre la candidatura al CIO, riterrebbe prematuro il discorso e preferirebbe procrastinarlo al 2034.

Questo, però, certifica almeno che l'idea di base esiste realmente e che potrebbe essere comunque fatto un tentativo per le Olimpiadi invernali 2030. Del resto, nel Canton Vallese la fiamma olimpica non si è mai spenta, nonostante i fallimenti delle candidature del 1976, 2002, 2006 e 2026 (Sion, bocciata da un referendum), e l'ambizione non scema...

Alessandro Nidi