Sci di fondo | 06 maggio 2023, 13:00

Sci di fondo - Terremoto nel Team Aker Dæhlie: allenatore licenziato, se ne vanno tre atleti!

Mikael Gunnulfsen

Mikael Gunnulfsen

Un vero e proprio terremoto sconquassa il Team Aker Dæhlie di sci nordico, che si trova adesso a fare i conti con una sorta di mini-diaspora; infatti, sono tre gli atleti che hanno annunciato la loro decisione di dire addio alla squadra, dopo che i vertici dirigenziali hanno comunicato la volontà di fare a meno dell'allenatore Torstein Dagestad.

Fra i fondisti che hanno scelto di salutare la compagine c'è anche Mikael Gunnulfsen, medaglia di bronzo ai campionati nazionali a marzo 2023 e protagonista di ottime prestazioni in Coppa del Mondo: "È imbarazzante licenziare Torstein - ha affermato senza troppo ricorso alla retorica ai microfoni di "VG" -. Ha fatto un lavoro fantastico e ha ottenuto un enorme successo in termini sportivi nel nostro primo anno. Ho espresso questo pensiero alla dirigenza e penso che sia stata una decisione sbagliata. Ora seguirò Dagestad".

Pare - anche se mancano conferme ufficiali - che i "secessionisti" fonderanno un team a parte, nel quale correranno anche Mattis Stenshagen ed Eirik Mysen, vale a dire gli altri due atleti che, congiuntamente a Gunnulfsen, hanno lasciato il Team Aker Dæhlie.

Stenshagen, in particolare, ha detto a "VG": "Ci saranno nuove persone intorno alla squadra e nell'apparato di supporto. È un peccato: ho fatto buoni progressi ed è diventato molto problematico quando all'allenatore Dagestad non è stato permesso di continuare il suo lavoro. Alle nostre opinioni non è stato dato peso".

Il direttore generale del Team Aker Dæhlie, Knut Nystad, ha commentato così l'accaduto: "Quella squadra dovrebbe essere per atleti che vanno o hanno l'opportunità di andare alla Coppa del Mondo o ai campionati nazionali. Tre allenatori erano troppi e purtroppo uno doveva andarsene. Non è stato facile non rinnovare la fiducia a Dagestad".

Su Gunnulfsen e Stenshagen, Nystad ha invece sottolineato di essere rimasto sorpreso quando ha appreso che avrebbero creato una squadra a parte e avrebbero abbandonato il suo team, ma in ogni caso "faremo il tifo per loro e li tratteremo bene. La cosa importante è che dispongano di una buona offerta sportiva con un allenatore qualificato".

Francesca Rastello