Sci di fondo | 23 novembre 2023, 12:00

Sci di fondo - Klæbo svela le sue ambizioni: "Penso già a Falun 2027. Record al Tour de Ski? Faremo i conti alla fine"

Sci di fondo - Klæbo svela le sue ambizioni: "Penso già a Falun 2027. Record al Tour de Ski? Faremo i conti alla fine"

Johannes Høsflot Klæbo si prepara a scendere in pista per l’inizio della Coppa del Mondo sul tracciato di Ruka, dove da domani – venerdì 24 novembre – prenderà ufficialmente il via la stagione di sci di fondo. Nell’avvicinamento all’appuntamento, il campione norvegese – vincitore di quattro titoli overall di Coppa del Mondo e capace già a 27 anni di collezionare ben 5 ori olimpici – si è raccontato in un’intervista al sito della FIS, tracciando una panoramica delle sue ambizioni non solo legate alla stagione alle porte, bensì guardando anche ai prossimi anni. Queste le principali dichiarazioni del norvegese:

 

A proposito degli obiettivi fissi in mente, Klæbo ha dichiarato:  "Ora è molto facile motivarsi. Una cosa è questa stagione, ma penso ai campionati del mondo sulla neve di casa, i Giochi Olimpici in Italia nel 2026 e i Campionati del mondo in Svezia nel 2027 (si svolgeranno a Falun, ndr.): valuto molto bene questi tre campionati, è sufficiente menzionarli e non ho nessun problema con la motivazione”.

 

Guardando ai Mondiali di Trondheim 2025, pista su cui si correrà anche in questo inizio di stagione, ha aggiunto: “Competere in casa è sempre bello, quindi è naturale che sarà un fine settimana di Coppa del Mondo davvero emozionante, su questo non c'è dubbio. Cercheremo di fare del nostro meglio quel fine settimana e di essere ben preparati. Spero di aver finito con tutta la malattia e di tornare in qualche modo in buona forma per allora. Questo è l'obiettivo, quindi Trondheim sarà importante e sicuramente una gara in cui ho molta voglia di andare forte."

 

Pensando poi alle due tappe di Canmore (Canada) e Minneapolis (Stati Uniti), il campione del mondo ha raccontato: "Non vedo l'ora. Sarà bello attraversare l'oceano e fare delle belle gare lì. Penso decisamente che l'interesse per lo sci di fondo da quelle parti sia in aumento e sembra che l'interesse sia alto dato che i biglietti sono andati esauriti in quattro-cinque minuti e questo è promettente. Sono stato negli Stati Uniti ad allenarmi negli ultimi due anni, mi sono divertito lì, quindi ovviamente ho un po' di cose da aspettarmi, sia in Canada che negli Stati Uniti, che saranno belle esperienze."

 

Grande obiettivo per questa stagione è sicuramente il Tour de Ski, dove trionfando eguaglierebbe i primati di Dario Cologna e Justyna Kowalczyk con 4 vittorie consecutive: "Il Tour de Ski sarà ovviamente importante, se si parla di lottare per la sfera di cristallo. Ma il punto di partenza ora è semplicemente andare a gareggiare sugli sci, divertendosi a farlo e poi spero di essere abbastanza preparato per essere lì a lottare per alcuni buoni piazzamenti. Il record di Cologna e Kowalczyk? Non passo molto tempo a pensarci. Ciò che accade accade, poi potremo contare tutto quando avremo finito. Sto solo cercando di prepararmi al meglio possibile per il Tour de Ski e per quello che accadrà lì. Sarà emozionante: ci sono molti altriatleti che sono pronti ad andare veloci anche nel Tour de Ski, quindi sarà sicuramente una competizione dura, farò del mio meglio e poi vedremo il 7 gennaio quale sarà la situazione."

 

Sebbene il norvegese sia il favorito per la conquista non solo del Tour de Ski, ma anche della Coppa del Mondo, non mancheranno gli avversari: "Sono sicuro che ce ne saranno molti. Iivo (Niskanen, FIN) è pronto a rimettersi in moto, sta dimostrando di essere lassù. Lo abbiamo visto a Muonio (FIN) l'altro fine settimana (dove Niskanen ha vinto la 10 km in tecnica classica, ndr.). William Poromaa (SWE) è sicuramente competitivo, alla fine della scorsa stagione ha dimostrato di voler lottare per il podio. Poi ci sono stati alcuni norvegesi che hanno dimostrato che sicuramente saranno lassù – Paal Golberg e sicuramente altri della squadra di fondo, che avranno l'obiettivo di fare bene."

 

Chi tra la fine della scorsa stagione e l’inizio di quella attuale si è dimostrato particolarmente in crescita è il norvegese Mattis Stenshagen: "Ha la mia stessa età, ma ha bisogno di un po' più di tempo. Abbiamo gareggiato molto insieme quando eravamo più giovani ed è qualcuno che penso sicuramente farà un grande passo nella giusta direzione quest'anno e sarà pronto a lottare per i posti sul podio, soprattutto nelle gare sulla distanza".

 

Infine, Klæbo esprime gioia per il ritorno in gara del cinese Qiang Wang: "Sembra che sia tornato a gareggiare ora e sono felice di vederlo."

F.V.

Ti potrebbero interessare anche: