LINK | 20 febbraio 2024, 10:26

Olio extravergine d’oliva: prezzo alle stelle, ecco come risparmiare

L’olio extravergine d’oliva, un elemento fondamentale della nostra cucina, sta affrontando una crisi senza precedenti ed è sempre più costoso.

Olio extravergine d’oliva: prezzo alle stelle, ecco come risparmiare

 L’olio extravergine d’oliva, un elemento fondamentale della nostra cucina, sta affrontando una crisi senza precedenti ed è sempre più costoso. Infatti, negli ultimi dodici mesi si è registrato un aumento dei prezzi del 37%. Questo è dovuto al drastico calo della produzione e delle scorte, così come agli effetti negativi dell’inflazione e del cambiamento climatico.

Perché il prezzo dell’olio EVO è così alto?

Il motivo per cui l’olio d’oliva costa così tanto è da ricondurre principalmente alla grave crisi di produzione registrata durante la stagione 2023, in cui la raccolta e la resa delle olive da spremitura sono diminuite sensibilmente; in Italia si è registrata una diminuzione del 27%, mentre in Spagna c’è stato un crollo vertiginoso del 56%. Gli effetti del cambiamento climatico sono i principali colpevoli di questa situazione. Ci sono stati eventi meteorologici estremi, siccità e cambiamenti improvvisi di stagione che hanno distrutto i raccolti delle olive. La Spagna è stata particolarmente colpita dal clima instabile del 2023, soprattutto a causa della mancanza di piogge e delle temperature record registrate in estate. Anche in Italia, particolarmente nelle regioni del centro, gli effetti del clima hanno causato grandi problemi, soprattutto durante la transizione dalla fioritura alla formazione del frutto. La Spagna è il principale esportatore di olio EVO e, in mancanza di scorte di olive e olio provenienti dal Mediterraneo occidentale, l’Italia non ha la capacità di compensare da sola alla situazione di calo produzione.

Come risparmiare sull’olio extravergine d’oliva

Rinunciare all’olio EVO, specialmente nella nostra cultura gastronomica, è pressoché impossibile. Dunque, in questo periodo di forti rincari, è importante risparmiare mettendo in atto alcune strategie, per ridurre i costi senza rinunciare alla qualità. In primo luogo, è consigliabile acquistare in grandi quantità, poiché i prezzi tendono a diminuire quando si acquista una maggiore quantità di olio d’oliva. Ad esempio, alcuni marchi hanno damigiane o lattine di dimensioni maggiori a un prezzo più conveniente rispetto alla singola bottiglia da 1 litro. Inoltre, è importante sfruttare le promozioni e le offerte disponibili nei volantini dei supermercati ma anche online, come ad esempio l’olio extravergine di oliva in offerta su Bennet. Un’altra possibilità per risparmiare è quella di optare per marche meno conosciute, in quanto le marche più note tendono ad avere prezzi più alti, mentre le marche meno conosciute o i prodotti dei marchi dei supermercati possono offrire un buon rapporto qualità-prezzo. Inoltre, è consigliabile considerare l’acquisto durante la stagione di raccolta delle olive, che di solito avviene tra ottobre e novembre nell’emisfero settentrionale. Durante questa stagione, è possibile trovare prezzi più convenienti sull’olio d’oliva fresco. Inoltre, per usi culinari che non richiedono necessariamente l’olio d’oliva extravergine, si può considerare l’utilizzo di oli d’oliva di categoria inferiore o di altri oli vegetali più economici. Queste alternative possono offrire un risparmio sul costo dell’olio d’oliva senza compromettere troppo la qualità. Altre strategie includono la riduzione della quantità di olio d’oliva utilizzata nelle ricette, conservare correttamente l’olio d’oliva in un luogo fresco e buio per evitare sprechi.

Ti potrebbero interessare anche: