Biathlon | 29 febbraio 2024, 11:34

Biathlon - Brorsson conosce...la piccola Mona: i genitori le hanno dato questo nome in suo onore

Biathlon - Brorsson conosce...la piccola Mona: i genitori le hanno dato questo nome in suo onore

Era il 19 febbraio 2023 e a Oberhof i Mondiali di biathlon erano in dirittura di arrivo. Per Mona Brorsson fu un'edizione senza particolari picchi di rendimento. Ma certamente la svedese non poteva immaginarsi che l'emozione più grande di quella rassegna sarebbe arrivata da due sconosciuti del suo paese.

Hanna Lundin e Simone Nilsson, infatti, hanno chiamato la loro bambina Mona, proprio in suo onore: quando si stavano recando al reparto maternità dell'ospedale, si sono sintonizzate sulla radio che trasmetteva la cronaca della mass start di Oberhof; la prima cosa che hanno ascoltato riguardava proprio un poligono perfetto di Brorsson (arrivata poi 21esima al traguardo). Segno del destino? La coppia certamente l'ha interpretato in questo modo, e ispirata da questa azione ha deciso di chiamare la propria bambina in onore dell'olimpionica della staffetta femminile di Pechino.

Brorsson, che ha appena annunciato il ritiro a fine stagione, ha voluto contattare la coppia non appena ha saputo della notizia. La svedese ha avuto anche modo di parlare con la piccola Mona, che ha appena compiuto un anno: «È assolutamente incredibile. Sono anche riuscita a parlare con lei, ho potuto farle gli auguri di buon compleanno. Ma è stato davvero uno shock. Se si pensa al fatto che sia in giro per il mondo a sciare e a sparare, può non significare molto, ma la gente può essere davvero coinvolta e colpita. Sono estremamente onorata», queste le sue parole al programma radio P4 Värmland di Sveriges Radio. «Il mio consiglio migliore è che possa vivere la vita con lo stesso atteggiamento che avevo io: che si tratti di sport o altro, insegua i suoi sogni. Tutto è possibile». 

Valerio Barretta

Ti potrebbero interessare anche: