Biathlon | 31 marzo 2024, 10:00

Biathlon - La top-10 dei più precisi al poligono: c'è anche Braunhofer!

Foto: D. Yevenko

Foto: D. Yevenko

La stagione di Coppa del Mondo di biathlon si è chiusa, ed è tempo di bilanci. A livello di risultati, perlomeno al maschile, ha stravinto la Norvegia, che con i fratelli Bø hanno monopolizzato le classifiche individuali e conquistato i primi due posti della generale. In una classifica, però, i norvegesi non sono protagonisti. È quella dei tiratori più precisi al poligono. 

Secondo i dati forniti da IBU, il biatleta più preciso del massimo circuito è stato Matic Repnik: lo sloveno, tuttavia, ha partecipato a sole tre gare di Coppa del Mondo (la Mixed Relay e la Sprint di Östersund e la Short Individual di Anterselva) e dunque il suo 39/40 è sì una media strabiliante ma meno indicativa rispetto, per esempio, a quelle di Justus Strelow: il tedesco, che ha conquistato un podio in stagione, ha colpito 467 bersagli su 497, con una media del 93,9%. Al suo secondo posto uno degli atleti da anni più precisi nel circuito, Artem Tyshchenko (90,9%, 150/165). Sul podio anche Vitezslav Hornig (90,6%, 223/246).

Nella top-10 di questa classifica figura anche l'Italia. Dopo Dmitrii Shamaev (89,9%, 367/408), Sebastian Stalder (89,8%, 469/522), l'eterno Simon Eder (89,3%, 402/450) e Marcin Zawol (89,0%, 155/174) c'è infatti il nostro Patrick Braunhofer (88,9%, 241/271). Una bella soddisfazione per il carabiniere della Val Ridanna, che ha migliorato ulteriormente l'86% che gli è valso il 32esimo posto in graduatoria nel 2022-23. Braunhofer si è tolto il lusso di precedere Tarjei Boe (88,3%, 472/534) e il due volte medagliato ai Giochi Jakov Fak (88,1%, 396/449).

Valerio Barretta

Ti potrebbero interessare anche: