Combinata | domenica 28 gennaio 2018

Trionfo di Akito Watabe nella 5^ edizione del Nordic Combined Triple di Seefeld

Il giapponese è diventato il nuovo leader della generale e con il risultato odierno si è interrotta l’egemonia di Frenzel nel trittico.

Trionfo di Akito Watabe nella 5^ edizione del Nordic Combined Triple di Seefeld

Questo pomeriggio si è conclusa a Seefeld  la 5^ edizione del Nordic Combined Triple e per la prima volta della recente storia del trittico non è stato Eric Frenzel a vincere. Ha infatti trionfato il nipponico Akito Watabe, concludendo il weekend indossando anche il pettorale giallo.

Il giapponese grazie all’enorme margine accumulato in mattinata e negli scorsi giorni ha potuto gestire a proprio piacimento il segmento di fondo, conducendo una gara solitaria fino a tagliare il traguardo. Con questa Watabe è salito a 4 vittorie stagionali e 13 in carriera, ma soprattutto è riuscito a superare Jan Schmid in classifica generale. Dopo sei stagioni sul podio finale senza riuscire ad ottenere una Sfera di Cristallo, che questo possa essere l’anno buono?

Gara analoga per Jarl Magnus Riiber, partito con distacco da Watabe ma con ampio margine sugli inseguitori. Il norvegese ha gestito molto bene lo sforzo, perdendo qualche secondo dal vincitore, ma da dietro nessuno è riuscito minimamente ad impensierirlo. Con la piazza d’onore il ventenne di Oslo è salito a 8 podi in carriera, di cui 3 arrivati negli ultimi 3 giorni.

La lotta per il terzo posto è stata molto più spettacolare e si è accesa nelle ultime tornate. Partito con il pettorale n°3, Jan Schmid non è riuscito a recuperare nulla al connazionale Riiber, anzi è andato in difficoltà nella seconda parte di gara venendo recuperato a 2 km dalla conclusione prima da Fabian Riessle e subito dopo da un gruppo di atleti in gran rimonta.

Non appena è avvenuto il riaggancio, è scattato Jørgen Graabak, trascinandosi dietro i tedeschi Riessle e Vinzenz Geiger. L’ultimo ha perso qualche metro nel tratto di discesa, riuscendo però prontamente a rientrare e contrattaccando in prossimità dell’ultima curva, lanciandosi in testa sul rettilineo finale. Qui ha peccato un po’ di ingenuità, accorgendosi troppo tardi che il connazionale stava risalendo. I due teutonici hanno così tagliato il traguardo insieme e l’esito è stato deciso dal photofinish. Riessle  ha così chiuso 3° grazie ad una spaccata migliore, mentre Geiger si è dovuto accontentare della 4^ posizione.

Quinta piazza per Jørgen Graabak, non riuscito a resistere al duo tedesco nel finale, ma comunque autore di una buona gara. Sesto un altro teutonico, Eric Frenzel, che ha avuto la meglio di Jan Schmid, il vero sconfitto di oggi. Ha chiuso il gruppo in 8^ piazza il finlandese Eero Hirvonen.

La top ten è stata chiusa da Espen Andersen 8°, Mario Seidl 9° e Wilhelm Denifl 10°, non riusciti a tenere le code del gruppo che li ha preceduti, staccandosi in momenti diversi.  

Alle spalle di questi un trio è arrivato in volata. Il primo a tagliare il traguardo è stato Alessandro Pittin, seguito da Illkka Herola e Johannes Rydzek. L’azzurro e il finlandese erano però partiti col wave, perciò al loro tempo è stato aggiunto quello non dato in partenza. In questo modo Rydzek ha chiuso 11°, seguito da Herola 12°, mentre Pittin ha concluso 22°.

L’italiano ha nuovamente fatto segnare il miglior parziale nel fondo, ma sicuramente è stato sfavorito dalla partenza ad onde, in quanto ha funto come punto di riferimento per gli avversari che hanno potuto beneficiare del suo traino. Non si poteva però fare altrimenti, in quanto il tracciato di Seefeld è lungo solamente 2.5km e il distacco accumulato dagli ultimi era troppo ampio. Prendendo l’esempio del friulano, staccato di 7’16’’ in partenza, sarebbe scattato già doppiato senza wave, in quanto Watabe ha chiuso la prima tornata in 5’48’’.

Quest’oggi sono stati assegnati punti doppi ai fini della classifica generale, perciò Akito Watabe ha superato e staccato Schmid portandosi a 745 punti, contro i 705 del norvegese. Molto distanti gli altri avversari, ad oltre 200 lunghezze. In terza piazza ora c’è Graabak (528), seguito ad un solo punto da Riessle (527), mentre Rydzek è a quota 500.

La prossima settimana si gareggerà in Giappone ad Hakuba, dove sono previste due gundersen. Il campo partenti però si annuncia molto rimaneggiato, dal momento che le Olimpiadi sono alle porte e molte nazioni privilegeranno gli allenamenti in Europa.

SEEFELD III - HS109 / 15km

1. WATABE Akito (JPN) 34’58’’6
2. RIIBER Jarl Magnus (NOR) a 1’14’’9
3. RIESSLE Fabian (GER) a 1’57’’9
4. GEIGER Vinzenz (GER) a 1’57’’9
5. GRAABAK Jørgen (NOR) a 2’02’’4
6. FRENZEL Eric (GER) a 2’07’’4
7. SCHMID Jan (NOR) a 2’09’’8
8. HIRVONEN Eero (FIN) a 2’13’’5
9. ANDERSEN Espen (NOR) a 2’28’’0
10. SEIDL Mario (AUT) a 2’42’’1
Clicca qui per i risultati completi.

Martina Dardanelli

Ti potrebbero interessare anche: