Sci di fondo | venerdì 02 febbraio 2018

Mondiali Under 23, fondo: Spitsov vince lo skiathlon dopo un duello con Lapierre

Il russo si è imposto al termine della 30km disputata a Goms con un irresistibile attacco sull'ultima salita; decima posizione per Paolo Ventura, migliore degli azzurri

Mondiali Under 23, fondo: Spitsov vince lo skiathlon dopo un duello con Lapierre

Alla fine è arrivato l’oro mondiale per il grande favorito in questo Mondiale Under 23, il russo Denis Spitsov, che si è imposto nella 30km skiathlon di Goms. Un risultato arrivato al termine di un bellissimo duello con il francese Jules Lapierre, protagonista di una prestazione di altissimo livello. In terza posizione il norvegese Bruvoll, che nel finale di gara è riuscito a beffare il russo Yakimushkin e l’andorrano Esteve Altimiras. Decimo all’arrivo Paolo Ventura, autore di un’ottima prima parte di gara in classico.

LA CRONACA
Tutti in fila nei primi chilometri di gara in tecnica classica, fino al settimo chilometro quando inizia a staccarsi un gruppo di dieci atleti capitanato dai russi, i norvegesi Stenshagen e Bruvoll, lo svizzero Klee, l’andorrano Esteve Altimiras, il francese Lapierre e l’azzurro Paolo Ventura. I dieci arrivano insieme al cambio sci con il norvegese Stenshagen in testa a Paolo Ventura settimo.

In skating Lapierre prende subito la testa e impone il suo ritmo, che manda in difficoltà Kirillov, il primo a staccarsi. Al ventesimo chilometro è Spitsov a portarsi in testa e la sua accelerata mette in difficoltà diversi atleti, tra cui Ventura, tanto che il gruppo si riduce a soli sei elementi: Spitsov, Lapierre, Esteve Altimiras, Stenshagen, Yakimushkin e Bruvoll. Due chilometri dopo un nuovo attacco del russo provoca uno scossone nelle posizioni di testa, soltanto Lapierre riesce a resistere al suo ritmo, mentre Yakimushkin, Altimiras e Bruvoll restano in lotta per il bronzo e Stenshagen si stacca. La coppia di testa collabora ma al termine del penultimo giro Spitsov accenna un attacco sull’ultima salita, prendendo qualche metro su Lapierre che riesce a rientrare. Sono solo le prove generali di quanto accadrà all’ultimo chilometro. I due arrivano insieme proprio sulla salita finale, quando Spitsov accelera, impone un ritmo impossibile e stacca Lapierre, costretto a desistere ed accontentarsi della seconda posizione. L’ultimo rettilineo è soltanto una passerella finale per il russo, medaglia d’oro davanti al francese. Alle loro spalle Yakimushkin prova a imitare il connazionale nella lotta per il bronzo, ma Bruvoll resiste e lo beffa nel finale conquistando così il terzo gradino del podio.

Per quanto riguarda gli azzurri, Ventura ha concluso, come già scritto, in decima posizione dopo essere stato tra i protagonisti in classico. Simone Daprà è riuscito a concludere la gara 12° riuscendo a disputare un ottimo segmento in tecnica libera. 23ª e 25ª posizione per i due piemontesi Daniele Serra e Lorenzo Romano.

CLASSIFICA FINALE
1° Denis Spitsov (RUS) 1:18’14.9
2° Jules Lapierre (FRA) +2.9
3° Ole Joergen Bruvoll (NOR) +21.5
4° Ivan Yakimushkin (RUS) +23.2
5° Irineu Esteve Altimiras (AND) +36.4
6° Valentin Chauvin (FRA) +1’32.9
7° Mattis Stenshagen (NOR) +1’41.1
8° Beda Klee (SUI) +2’05.0
9° Ivan Kirillov (RUS) +2’17.5
10° Paolo Ventura (ITA) +2’23.0

Gli altri italiani:
12° Simone Daprà +2’53.7
23° Daniele Serra +5’07.4
25° Lorenzo Romano +5’25.7

G.C.

Ti potrebbero interessare anche: