Sci di fondo | 20 febbraio 2020

Fondo - Bilancio positivo per il Team Futura dopo la Val Casies

In particolare molto positivi i risultati in ambito master, ma anche tra i giovani tanti sorrisi con Matthias Schwingshackl sesto e Patrick Klettenhammer secondo

Fondo - Bilancio positivo per il Team Futura dopo la Val Casies

Ancora ottimi risultati per il Team Futura in Val Casies, dove lo scorso weekend si disputava la 37ª edizione della mitica Gran Fondo altoatesina.

Partendo della tecnica classica, ben si sono comportati i giovani rampanti, grazie al 6° posto di Matthias Schwingshackl ed al 4° della sempre ‘puntuale’ Marta Gentile nella prova di 30 km, mentre l’altoatesino Manuel Amhof e il trentino Stefano Mich, quest’ultimo seppur non in perfette condizioni fisiche a causa della febbre, hanno combattuto strenuamente lungo il tracciato di 42 km. Come consuetudine, non si sono risparmiati nemmeno i master: “pronti per i mondiali master di Cogne di inizio marzo”, affermano gli organizzatori del Team Futura. Ecco dunque le vittorie in serie di Christian Niederkofler nella 30 km categoria 41-50, davanti ad un altro atleta inossidabile del Team Futura: Reinhard Kargruber. Proseguendo con il parterre di 30 km, secondo l’inossidabile Silvano Berlanda nella categoria 61-70 ed infine terza Marta Gentile tra le donne 16-30. Nella 42 km terzo posto per Gianni Zorzi nella 41-50 e successo per Marco Crestani nella 51-60, fondista che continua ad attraversare uno straordinario momento di forma. Le vittorie individuali sono invece andate a Florian Cappello e Franziska Mueller nella 30 km e a Mauro Brigadoi e Klara Moravcova nella 42 km.

E non è finita qui, perché nella giornata successiva andava in scena la sfida in tecnica libera, vinta da Florian Cappello che ha concesso il bis, con seconda posizione di un altro atleta del Team Futura nei 30 km, Patrick Klettenhammer: “Sono contento ma non del tutto: sono venuto qui per vincere ma Florian è troppo veloce in volata, non è possibile. Ci riproverò l’anno prossimo!” Positivo anche Julian Brunner, 4° e tornato sui livelli che gli competono: “Dopo una stagione un po’ difficile è andata bene, sono abbastanza contento. Non sapevo se e quanto ero in forma. Lo skating è più “mio”, mi concentrerò su quel tipo di gare per ora”. Un quarto posto che sarebbe potuto essere qualcosa di più visto lo spiacevole incidente accorso all’atleta che, in volata per il podio, si è inavvertitamente scontrato con la ragazza che teneva il nastro d’arrivo. Immediato il ricorso del Team Futura (respinto) ma che tuttavia rimarrà un monito (positivo) per il futuro.

Comunicato Stampa

Ti potrebbero interessare anche: