Sci alpinismo | 07 giugno 2020

Sci alpinismo, Ilaria Veronese non nasconde le sue ambizioni: "Spero che i risultati ottenuti nella scorsa stagione siano un punto di partenza per me"

L'atleta classe '96 tesserata Tre Rifugi CAI Mondovì si sta preparando per il suo secondo anno nella categoria Senior

(foto martina valmassoi)

(foto martina valmassoi)

Voglia di riconfermarsi ai massimi livelli dello sci alpinismo ma anche di migliorare, magari conquistando quel podio in una singola gara sfuggito per poco in altre occasioni. 

Ilaria Veronese, torinese classe '96 tesserata Tre Rifugi CAI Mondovì, ha le idee abbastanza chiare circa gli obiettivi per la prossima stagione.

L'annata 20\21 sarà la sua seconda nella categoria Senior, dopo avere chiuso quella precedente in terza posizione della classifica generale femminile di Coppa del mondo alle spalle della svizzera Marianne Fatton e della compagna di squadra Alba De Silvestro. Non solo: nei mesi scorsi, quando ancora non era esplosa l'emergenza coronavirus, Ilaria Veronese aveva conquistato il titolo italiano vertical (dicembre 2019) e la prestigiosa Transcavallo (febbrario 2020, con Alba De Silvestro), segnali di una crescita rilevante.

All'orizzonte nuovi obiettivi (oltre agli studi universitari in Matematica), da inseguire con le compagne della squadra senior femminile (Alba De Silvestro, Giulia Compagnoni, Mara Martini) e degli altri azzurri.

Ilaria Veronese: "Sono molto soddisfatta della mia passata stagione, è andata anche oltre le mie aspettative, soprattutto in certe gare. Spero che questo sia un punto di partenza per me. Le gare che mi sono rimaste maggiormente impresse sono quelle in Andorra, dove ho conquistato il quarto posto nella individual e nella vertical. Peccato per il podio mancato, ora voglio lavorare al massimo per raggiungere quell'obiettivo sfumato di poco. Ma prima bisogna confermarsi a questi livelli e per fare questo dovrò prepararmi al meglio. L'ambiente, all'interno della squadra, è molto piacevole. Gli uomini sono veramente fortissimi ma anche noi donne siamo agguerrite. Tutti lavoriamo per dare il meglio. In questo periodo, come tutti, ho lavorato nel cortile di casa mia fino a quando non è stato possibile uscire ed allenarsi all'aria aperta. Con la testa sono proiettata nella prossima stagione."

sdl

Ti potrebbero interessare anche: