Salto | 29 dicembre 2020

Quattro Trampolini - Ad Oberstdorf il salto batte il covid: il rientrante Geiger vince lo splendido duello con Stoch

Sul trampolino che ospiterà il Mondiale si è imposto il padrone di casa, appena guarito dal Covid, davanti a Stoch che era stato escluso insieme a tutta la squadra polacca; una bella vittoria su questa maledetta emergenza

Quattro Trampolini - Ad Oberstdorf il salto batte il covid: il rientrante Geiger vince lo splendido duello con Stoch

Permetteteci di scriverlo: alla faccia del Covid! Al termine di una gara davvero emozionante Karl Geiger si è imposto di un soffio su un fantastico Kamil Stoch. Il tedesco ha rischiato di non esserci, guarito giusto in tempo dal Covid-19 che l’aveva colpito dopo il Mondiale di Volo da lui vinto a Planica e prima delle competizioni di Engelberg. Il polacco, invece, era rimasto escluso perché il suo compagno di squadra Muranka era risultato positivo al covid-19. Dopo l’intervento del governo polacco e l’esito negativo del tampone effettuato nella tarda serata di ieri, gli organizzatori hanno riammesso in gara la Polonia cancellando la qualificazione di ieri e Stoch ha regalato una prestazione maiuscola.

Peccato soltanto per l’assenza del pubblico, ma accontentiamoci perché quella di oggi è stata una competizione emozionante, bellissima, da batticuore fino all’ultimo salto. Geiger ha avuto la fortuna di trovare le condizioni ideali per saltare, con un vento frontale che gli ha consentito di volare a 136 metri. Il tedesco è stato davvero brave anche ad appoggiare il telemark. Stoch si è così dovuto accontentare della seconda piazza, dopo aver assaporato la vittoria con un secondo salto perfetto per misura ed atterraggio senza sbavature. Alla fine solo 2,8 punti hanno separato i due grandi protagonisti.

Sul terzo gradino del podio Marius Lindvik, autore di una bellissima gara, che a causa di un atterraggio non perfetto non è riuscito a restare davanti a Stoch, ma almeno è stato capace di mettersi alle spalle il connazionale Granerud. Il norvegese, grande protagonista della stagione, si è dovuto accontentare della quarta piazza, ma è stato bravissimo soprattutto nella prima serie quando saltando con condizioni complicatissime è riuscito a piazzarsi nono. Forse avrebbe potuto fare qualcosa in più nella seconda serie, soprattutto per quello che ha mostrato fin qui in stagione.
In quinta posizione Eisenbichler, autore di un secondo salto di altissimo livello (da stanga 17, due più in alto rispetto a quella da cui sono saltati i primi dieci). Il tedesco, in grande difficoltà nella prima serie avendo saltato nel momento peggiore, ha fatto la differenza nella seconda volando a 142 metri e riuscendo così a recuperare ben 22 posizioni.
Nella top ten anche un solido Stefan Kraft, sfortunato per le condizioni trovate, e l’ottimo Stekala, capace anch'egli di recuperare tante posizioni. Buona rimonta anche per Lanisek, capace di recuperare dieci posizioni nella seconda serie e chiudere in top ten.

Le condizioni complicate con cui è saltato nella prima serie hanno portato a delle clamorose eliminazioni. Fuori per esempio Pius Paschke, autore di un ottimo inizio di stagione, così come lo sloveno Pavlovic, ma anche Forfang, Johansson e Hayböck.

Dopo le emozioni di ieri, putroppo è stata una giornata difficile per Giovanni Bresadola che ha commesso un errore e non è riuscito a trovare la misura. L’azzurro ha chiuso 60° uscendo così nella prima serie. Un vero peccato per il trentino aggregato dell’Esercito, soprattutto perché senza il cambio in corsa per riammettere la squadra polacca avrebbe avuto grandi opportunità di superare il turno ed andare a punti. È giovane ed anche gli errori sono importanti per crescere e fare dei passi avanti. Qualcosa in più da mettere nel suo zaino.

CLASSIFICA FINALE TOP 10

1° K. Geiger (GER) 291.1 (139.8 – 151.3)
2° K. Stoch (POL) 288.3 (136.0 – 152.3)
3° M. Lindvik (NOR) 285.2 (138.5 – 146.7)
4° H. Granerud (NOR) 280.1 (131.2 – 148.9)
5° M. Eisenbichler (GER) 274.3 (121.7 – 152.6)
6° S. Kraft (AUT) 273.6 (133.9 – 139.7)
7° A. Stekala (POL) 273.3 (126.1 – 147.2)
8° P. Aschenwald (GER) 273.0 (138.4 – 134.6)
9° A. Lanisek (SLO) 270.1 (126.1 – 144.0)
10° Z. Jelar (SLO) 269.8 (133.8 – 136.0)

Per la classifica completa clicca qui

G.C.

Ti potrebbero interessare anche: