Biathlon | 14 febbraio 2021

Biathlon - Ibu Cup: il tedesco Nawrath ottiene il primo successo stagionale, 21esimo Daniele Cappellari

Germania e Norvegia si confermano al vertice nell'inseguimento di Brezno-Osbrlie (SVK): Nawrath batte Strelow nell'ultimo giro e precedono la pattuglia norvegese guidata da Bakken. Cappellari trova lo zero ed è il migliore degli azzurri, risalito fino alla 21esima posizione

Foto: Deubert IBU

Foto: Deubert IBU

Seconda giornata di gare per quanto riguarda la tappa slovacca di IBU CUP: a Brezno-Osbrlie (SVK) si sta disputando la quarta tappa del circuito. In mattinata si è appena concluso l’inseguimento maschile, mentre nel pomeriggio scenderanno in pista le donne.

Il successo è andato al tedesco Philipp Nawrath, che dopo i podi ottenuti ad Arber riesce a trovare la vittoria mancando solamente l’ultimo bersaglio (0+0+0+1) e superando nell’ultimo giro il connazionale Justus Strelow, già secondo nella sprint di ieri, battendolo a parità di errori di 14.8 secondi Per Nawrath terzo successo in Ibu Cup, l’ultimo dei quali risale nel 2019 a Sjusjoen. Completa il podio il norvegese Sivert Guttorm Bakken, che giunge a terzo a 26’’6, trovando lo zero al tiro e grazie ad una bella rimonta considerando il pettorale di partenza numero 1. Norvegia che si piazza ben 6 atleti dal terzo all’ottavo posto perché chiudono a ridosso del podio i fratelli Andersen, con Aleksander che nell’ultima serie ha mancato i due bersagli che potevano valere il successo nella sfida con Nawrath, mentre il più giovane Filip, a sua volta autore di una gara perfetta fino all’ultima serie, dove ne ha mancati 3 e ha chiuso a 1’16.4” dal vincitore: alle sue spalle Bjoentegaard, Stroemsheim e Bogetveit che sei era imposto nella sprint di ieri e che oggi ha pagato i sei errori commessi al poligono (2+2+1+1).

Errori che non ha commesso Daniele Cappellari, che risulta il migliore degli azzurri nella prova odierna: l’alpino friulano delle Fiamme Oro ha coperto tutti i bersagli risalendo fino alla 21esima posizione con un ritardo di 2’20.3” da Nawrath. Fallosi gli altri azzurri: cinque i bersagli mancati complessivamente da Saverio Zini (3+0+1+1), che ha perso 7 posizioni rispetto alla sprint chiudendo 26mo. Poco più indietro Nicola Romanin che è 29esimo a 3’16″1 (0+2+1+1). Chiude appena fuori dalla zona punti Giuseppe Montello, il quale ha mancato sette bersagli (1+2+3+1), 42mo.

 

Nicolò Persico

Ti potrebbero interessare anche: