Biathlon | 18 febbraio 2021

Biathlon - Lukas Hofer: "Tutta l'Italia sperava in una nostra medaglia, ma sono cose che possono capitare"

L'azzurro è deluso per la mancata medaglia ma guarda già alle prossime gare: "Sono molto motivato per il weekend, cerchiamo di chiudere il cerchio"

Biathlon - Lukas Hofer: "Tutta l'Italia sperava in una nostra medaglia, ma sono cose che possono capitare"

Aveva sognato di regalare all'Italia la prima medaglia in questo Mondiale assieme alla sua compagna di squadra ed amica Dorothea Wierer. Lukas Hofer è stato sempre nelle posizioni di testa utilizzando appena tre ricariche e facendo la gara che voleva, dando il cambio all’azzurra in seconda posizione. Wierer con la sua classe aveva fatto il resto volando nella prima e nell’ultima frazione fino a quel maledetto ultimo colpo.

Al termine della gara Hofer è amareggiato per quella medaglia sfuggita di un soffio. Dall’alto della sua grande esperienza, però, sa anche reagire nel modo giusto, consapevole che il biathlon è così. La redazione di Fondo Italia si è messa in contatto con il carabiniere altoatesino mentre tornava al ritiro della squadra azzurra, al termine della single mixed chiusa dalla coppia italiana al quinto posto.

«Che ci vuoi fare? Tutta Italia sperava in questa medaglia ed era proprio lì, dopo che abbiamo condotto la gara insieme ad altre due coppie fino alla fine. Purtroppo sono cose che, come accaduto oggi a Doro, possono capitare perché essere lì a giocarsi la medaglia non è mai facile. Può succedere a tutti, anche ad una campionessa come Doro che è una grande tiratrice. Come dico sempre la staffetta la vinci e la perdi insieme, non c’è niente altro da dire».

Il Mondiale però non è finito oggi, come sembrerebbe leggendo le reazioni social di tanti appassionati. Ci sono ancora quattro gare, due per genere. Hofer è già pronto ad affrontare la staffetta maschile e la mass start. In ottica anche delle prossime gare l'azzuro è soddisfatto della sua prestazione odierna: «Ho disputato una gara più che buona. Al tiro sono riuscito a fare quello che dovrei e so fare, che ho imparato bene quest’anno. L’unico peccato è stato quel colpo a terra nella seconda serie, che non era mirato bene. In ogni caso ho fatto un tiro veloce e controllato come serviva oggi, sono contento per quello. Sugli sci mi sono difeso bene, anche se su un anello così corto non riesci a fare la differenza, devi solo stare con i migliori e fare tua gara. Per quanto riguarda il resto del Mondiale, sono molto motivato per il weekend, cerchiamo di chiudere questo cerchio e portare a casa una medaglia».

Giorgio Capodaglio

Ti potrebbero interessare anche: