Skiroll | 12 giugno 2021

Lo skiroll è ripartito da Amatrice: Anna Bolzan ed Emanuele Becchis vincono la sprint della Coppa Italia Cascina Bianca

Giorgio Rocca ha aperto l'evento che ha segnato la ripartenza dello skiroll dopo un anno di stop; successi per la veneta ed il piemontese, ma ottima impressione dai giovani Michele Valerio e Sabrina Borettaz

Foto di Fabien Damiano

Foto di Fabien Damiano

L’emozione è stata forte per dirigenti, allenatori ed atleti, quando il primo skirollista è sceso in strada oggi per la qualificazione alla sprint della Coppa Italia Cascina Bianca di skiroll, che è ripartita dopo una stagione di stop a causa della pandemia. Non poteva esservi luogo più simbolico di Amatrice per la ripartenza. La località laziale ha ospitato il suo primo evento sportivo ufficiale dal maledetto 24 agosto agosto 2016, quando una scossa di terremoto ha cambiato per sempre la vita della località reatina.

Una vera e propria festa per la ripartenza, quella organizzata dal Winter Sport Subiaco, che è stata aperta da Giorgio Rocca. L’ex campione dello sci alpino ha messo gli skiroll ai piedi e percorso il rettilineo di Amatrice per aprire l’evento, ovviamente accompagnato dagli applausi dei presenti. Il suo intervento alla manifestazione ha confermato quanto la FISI tenesse a questo evento.

Passando alla cronaca, ad imporsi nelle gare senior del Primo Trofeo Città di Amatrice sono stati i due grandi favoriti della vigilia, Anna Bolzan ed Emanuele Becchis.

GARA MASCHILE

Emanuele Becchis ha conquistato la vittoria in finale su Michele Valerio, che è stato la grande nota lieta della giornata. Il classe ’99 dell’US Carisolo ha battagliato da grande, dimostrando di avere i mezzi per fare un’ottima figura anche in campo internazionale. Dopo un anno di stop, però, era troppa la voglia del bi-campione del mondo cuneese di competere per mancare l’appuntamento con la vittoria, così Emanuele Becchis ha ottenuto il suo primo successo sugli skiroll per lo Sci Club Entracque Alpi Marittime, al quale è passato proprio un anno fa. In finale Becchis si è imposto con buon margine sul trentino.

In qualificazione il giovane Michele Valerio aveva fatto registrare il miglior tempo con 5 centesimi di vantaggio su Emanuele Becchis ed 8 su Alessio Berlanda. Insieme a loro si erano qualificati per gli ottavi di finale altri tredici atleti. Si è quindi andati avanti con gli scontri diretti, dai quali sono usciti vincitori Michele Valerio, Tommaso Dellagiacoma, Aksel Artusi, Francesco Becchis, Alessio Berlanda, Luca Curti, che ha superato Matteo Tanel, Riccardo Munari ed Emanuele Becchis. Nei quarti di finale, Valerio si è imposto nel derby trentino con Dellagiacoma, mentre Francesco Becchis si è preso la semifinale su Artusi. Berlanda ed Emanuele Becchis hanno invece rispettato il pronostico imponendosi su Curti e Munari. Grandi sfide quindi in semifinale. Il giovane Valerio, ha avuto la meglio su Francesco Becchis, mentre il due volte campione del mondo Emanuele Becchis ha vinto l’eterna sfida con Alessio Berlanda, più volte vissuta in Italia ed in campo internazionale. Quindi l’attesa finale, nella quale Emanuele Becchis ha trovato lo sprint vincente sul giovane Michele Valerio, autore di una prova superlativa. Terzo posto per Berlanda.

GARA FEMMINILE

Vi erano pochi dubbi sulla vittoria di Anna Bolzan, che nell’ultimo anno ha perso lungo la strada le due atlete con cui era solita battagliare per il successo, la gemella Lisa e la giovane Alba Mortagna, che hanno lasciato l’attività. Un successo scontato sin dalla qualificazione, quando Anna Bolzan ha ottenuto nettamente il miglior tempo con un vantaggio di mezzo secondo sulla valdostana Sabrina Borettaz, mentre terza ha chiuso la piemontese Elisa Sordello.
Nei quarti di finale sono quindi arrivati i successi di Anna Bolzan su Roberta Cenci, Elisa Sordello su Elisa Rossato, Laura Mortagna su Anna Maria Ghiddi e Sabrina Borettaz su Anna Tazzioli. Ovviamente la veneta ha superato come da pronostico la semifinale contro Elisa Sordello, mentre Sabrina Borettaz ha vinto contro la coetanea del 2003 Laura Mortagna, vincitrice della Coppa del Mondo Junior nel 2019. In finale, la valdostana di Amis de Verrayes si è anche battuta molto bene, confermandosi in netta crescita e proponendosi molto competitiva per gare giovanili, ma nulla ha potuto contro la classe e l’esperienza di Anna Bolzan, che ha regalato l’ennesimo successo allo Sci Club Orsago.

ALTRE COMPETIZIONI

Erano in totale sessantaquattro gli atleti e le atlete al via nelle varie categorie. A vincere sono stati: la veneta Martina Agostinetto (Montebelluna) nella Giovanissimi femminile, il siciliano Francesco Maugeri (Linguaglossa) nella Giovanissimi maschile, l’emiliana Letizia Papa (Bismantova) nella Children femminile, il valdostano Gabriele Louis Leone (Amis de Verrayes) nella Children maschile, il veneto Guido Masiero (Valdobbiadene) nella categoria Master C maschile.
Domani mattina, appuntamento a Rieti per la mass start in tecnica libera che assegnerà il titolo nazionale.

CLASSIFICA FINALE FEMMINILE TOP 10
1ª A. Bolzan (Orsago)
2ª S. Borettaz (Amis de Verrayes)
3ª E. Sordello (Entracque)
4ª L. Mortagna (Fiamme Oro)
5ª E. Rossato (Carisolo)
6ª A.M. Ghiddi (Pavullese)
7ª A. Tazzioli (Olimpic Lama)
8ª R. Cenci (Gallio)
9ª G. Leonardo (Amis de Verrayes)
10ª E. Bernardi (Valdobbiadene)

CLASSIFICA FINALE MASCHILE TOP 10
1° E. Becchis (Entracque)
2° M. Valerio (US Carisolo)
3° A. Berlanda (Team Futura)
4° F. Becchis (Entracque)
5° A. Artusi (Livigno)
6° R. Munari (Ski College Veneto)
7° M. Gaudenzio (Bachmann)
8° L. Curti (Orsago)
9° M. Tanel (Robinson)
10° T. Dellagiacoma (Sottozero)

Per la classifica completa clicca qui

Files:
 classifica primo trofeo citta amatrice (135 kB)

Giorgio Capodaglio

Ti potrebbero interessare anche: