Sci di fondo | lunedì 09 ottobre 2017

Ulvang: "Solo a maggio si deciderà sui cambi nei format di gara"

Il presidente della Commissione FIS per lo Sci di Fondo, Vegard Ulvang, conferma che nella sessione di primavera si procederà a modificare il programma di gara con effetto dai Mondiali di Seefeld.

Foto: Pentaphoto

"Abbiamo avuto lo stesso programma di gare dai Campionati Mondiali di Oberstdorf del 2005 a oggi, è il momento di cambiare per aumentare l'interesse di media e pubblico", ha dichiarato a NRK l'ex-campione norvegese.

E' confermata l'indiscrezione pubblicata nei giorni scorsi sulla probabile cancellazione delle skiathlon a causa degli alti costi per la preparazione contemporanea di due tracciati per le due tecniche e la necessità di mezzi richiesti per la produzione televisiva. Emergono altre proposte all'attenzione dei membri della Commissione che dovranno prendere posizione nella prossima sessione; si parla di abolizione delle prove Sprint in tecnica classica e di un allargamento delle stesse gare in tecnica libera a elementi nel percorso come salti simili allo skicross. Sempre in tema di prove veloci è stata proposta l'introduzione di una Team Sprint mista.

Confermato da Ulvang il vincolo dei sei titoli mondiali assegnati, la skiathlon potrebbe essere rimpiazzata dal ritorno sulla scena della Pursuit in tecnica libera sulla base dei distacchi accusati nella prova in tecnica classica del giorno precedente così come in programma fino al 2013.

L'ultimo punto riguarda le staffette; l'assenza di quest'anno dai programmi di Coppa del Mondo è solo episodica e la prova a squadre rientrerà nei calendari della prossima stagione. 

 

Massimo Brignolo

Ti potrebbero interessare anche: