Coppa del Mondo / Grand Prix | domenica 18 marzo 2018

Fabian Riessle non si ferma più: sua anche la seconda gara di Klingenthal. Akito Watabe vince la Sfera di Cristallo

Il tedesco, in forma strepitosa, ha archiviato il terzo successo consecutivo e potrà addirittura provare a lottare per il 2° posto della generale, vinta matematicamente dal nipponico Watabe

Fabian Riessle non si ferma più: sua anche la seconda gara di Klingenthal. Akito Watabe vince la Sfera di Cristallo

Questo pomeriggio è andata in scena a Klingenthal la terzultima competizione stagionale della Coppa del Mondo 2017-18. Giornata di verdetti, in quanto è stata assegnata matematicamente la Sfera di Cristallo ad Akito Watabe. È inoltre arrivato il terzo successo consecutivo per Fabian Riessle, che inizia a fare un pensierino al secondo posto della generale.

Partito in testa con discreto vantaggio, il nipponico Watabe è andato a tutta nei primi giri nel tentativo di non farsi riprendere dagli inseguitori. Nel frattempo alle sue spalle Jan Schmid gli ha recuperato appena 5’’ in due giri, mettendo in luce un passo non sufficiente a chiudere il gap. Da dietro però Johannes Rydzek è andato a raggiungere Fabian Riessle in bravissimo tempo, dopodiché il tandem tedesco con ritmo fossennato e cambi regolari è andato a riprendere all’inizio del 3° giro il norvegese, che si è accodato con fatica.

All’imbocco dell’ultima tornata il trio aveva ancora qualche secondo di ritardo da Watabe, ma con un forcing i teutonici sono rientrati sulla testa ancora nel tratto pianeggiante, mentre Schmid ha perso definitivamente contatto. Il nipponico ha continuato a dettare il ritmo per tutta la salita, prendendo la discesa davanti. Al termine di questa però i tedeschi lo hanno affiancato e superato, con Riessle andato ad imboccare in testa l’articolato tracciato finale dello stadio. Il ventisettenne del Baden-Württemberg è riuscito a guadagnare qualche prezioso metro, andando a tagliare per primo il traguardo.

Piazza d’onore per Rydzek, mentre Watabe si è accontentato del 3° gradino del podio, arrivando a braccia alzate in quanto il risultato è stato sufficiente per fargli conquistare matematicamente la Sfera di Cristallo, dal momento che è riuscito a precedere il rivale Schmid infine  4°. Il nipponico, a due gare dal termine della stagione, guida infatti la classifica generale con 1295 punti, con un margine di 212 lunghezze sul norvegese, fermo a 1083. Lo scandinavo anzi dovrà cercare di difendersi dal ritorno di Riessle (991), che ha ridotto lo svantaggio a sole 92 lunghezze, riuscendo a recuperargli addirittura 114 punti solo in questo weekend.

Watabe è così salito sul podio generale per la 7^ volta consecutiva: dall’edizione 2011-12 aveva collezionato tre piazze d’onore e tre terzi posti, ma finalmente questa stagione ha sfatato il tabù vittoria, andando a salire sul gradino più alto. Ha riportato così in Giappone un trofeo che mancava da 23 anni, con l’ultimo successo siglato da Kenji Ogiwara. Watabe è inoltre diventato il secondo nipponico a riuscire nell’impresa, finora riuscita solo ad Ogiwara nelle stagioni 1992-93, 1993-94 e 1994-95.

Dietro ai primi quattro, fin dai primi metri si è formato un gruppo di 5 atleti, con una maggioranza di austriaci che si sono incaricati di fare il ritmo dandosi cambi. Si sono giocati la 5^ posizione in volata, ma sono stati beffati dal norge Jørgen Graabak, riuscito a regolare Bernhard Gruber, Lukas Klapfer e Wilhelm Denifl, mentre ha chiuso il gruppo il teutonico Manuel Faisst.

Buona prova nel fondo per il finlandese Ilkka Herola, che ha recuperato fino alla 10^ posizione. Qualche secondo più tardi sono arrivati sul traguardo il connazionale Eero Hirvonen e Jarl Magnus Riiber, con il norvegese capace di imporsi sull’avversario in uno sprint vincente.

L’azzurro Alessandro Pittin ha fatto segnare il secondo tempo nel fondo, recuperando come di consueto numerose posizioni. Non è però riuscito a far breccia nella zona punti, fermandosi in 32^ piazza. Questo però è stato sufficiente per aggiudicarsi matematicamente il trofeo per il miglior fondista del circuito, dal momento che guida questa speciale classifica con 1221 punti, seguito da Herola (960) e Rydzek (947). Nel finesettimana è stato assegnato anche il trofeo per il miglior saltatore, andato ad Akito Watabe (1343) davanti a Riiber (930) e Schmid (736).

Si deciderà invece la prossima settimana nell’ultima tappa di Schonach quale sarà il team ad aggiudicarsi la Coppa per Nazioni. Oggi la Germania (4678) ha completato il lungo inseguimento alla Norvegia (4638), portandosi davanti con un margine di appena 40 lunghezze.

Nella località del Baden-Württemberg venerdì si disputerà il Provisional Competition Round, sabato è in programma una classica gundersen, mentre domenica sarà il momento della finale riservata ai migliori 30 della generale, con il salto su due serie e 15km di fondo.

KLINGENTHAL II – HS140/10km
1. RIESSLE Fabian (GER) 23’39’’8
2. RYDZEK Johannes (GER) a 1’’0
3. WATABE Akito (JPN) a 5’’5
4. SCHMID Jan (NOR) a 44’’1
5. GRAABAK Jørgen (NOR) a 48’’2
6. GRUBER Berhnard (AUT) a 48’’5
7. KLAPFER Lukas (AUT) a 49’’8
8. DENIFL Wilhelm (AUT) a 50’’0
9. FAISST Manuel (GER) a 55’’6
10.HEROLA Ilkka (FIN) a 1’01’’5
Clicca qui per i risultati completi.

Martina Dardanelli

Ti potrebbero interessare anche: