Biathlon | 19 settembre 2019

Biathlon - Lukas Hofer ai media russi: "Sono soddisfatto dei miei progressi al tiro"

L'azzurro ha parlato alla giornalista Ivanna Nikolskaya di Match TV, svelando anche un curioso retroscena: "A Ruhpolding ho portato Thomas Bormolini sul parapendio"

Biathlon - Lukas Hofer ai media russi: "Sono soddisfatto dei miei progressi al tiro"

Dopo l’intervista a Lisa Vittozzi di pochi giorni fa, il sito russo Match TV ha pubblicato un’altra interessante intervista a un biatleta italiano, in questo caso Lukas Hofer, sempre a firma della giornalista russa Ivanna Nikolskaya.

Biathlon e non solo nelle parole dell’atleta azzurro, reduce dalla seconda top ten consecutiva nella classifica generale di Coppa del Mondo e molto motivato in vista di una stagione che avrà il suo clou nel Mondiale di Anterselva.

Hofer si è detto soddisfatto di come sta procedendo la preparazione: «La preparazione sta andando secondo i piani, senza alcun problema. Ho preso parte a ogni raduno e svolto un alto numero di ore di allenamento. In particolare ci siamo allenati molto nella prima metà di settembre. Di base il lavoro è lo stesso degli ultimi anni, anche se abbiamo cambiato qualcosa nella tecnica di lavoro sulla resistenza e nelle sessioni in palestra, perché con il tempo diventa più complicato aumentare il proprio rendimento se il lavoro non cambia di anno in anno. Credo che questi cambiamenti stiano portando dei benefici, anche al tiro. Pertanto posso già dire di essere fiducioso in vista del prossimo inverno».

L’azzurro ha poi parlato delle competizioni a cui ha preso parte in estate, dalle quali è uscito soddisfatto in particolare di determinati aspetti: «Sia la velocità in pista e la prestazione al tiro mi hanno soddisfatto. Sono particolarmente contento dei miei progressi al tiro, che sono dovuti a una maggiore stabilità. Si, a Ruhpolding ho chiuso sesto la mass start, facendo alcuni errori al poligono, ma credo siano dovuti alla fatica dovuta agli allenamenti degli ultimi giorni. Sarà molto interessante vedere come le cose si evolveranno con l’inizio della stagione, specialmente in confronto con gli avversari».

Come già scritto in occasione dell’intervista a Lisa Vittozzi, Lukas Hofer ha portato a Ruhpolding il suo parapendio. Se la sappadina ha ancora paura di volare, l’altoatesino ha trovato un compagno di nazionale che ha avuto il coraggio di farlo: «Ho volato con Thomas Bormolini! Inizialmente non aveva il coraggio di provare perché aveva paura dell’altezza, ma d’improvviso ha accettato. All’inizio del volo era molto nervoso, ma verso la fine si è rilassato godendosi la splendida vista delle Alpi Bavaresi. Mi piace moltissimo organizzare dei voli con i miei compagni, perché diventano sempre dei voli memorabili».

La squadra azzurra si ritroverà per il prossimo raduno a Ramsau a partire dal primo ottobre, per preparare al meglio una stagione nella quale gli obiettivi sono ben chiari, soprattutto per Hofer: «Prima di tutto voglio trovare continuità di risultato. Ho sempre sottolineato quanto sia la continuità di risultato il giusto metro per valutare il livello di un atleta. Sicuramente il Mondiale di Anterselva è l’evento più importante della stagione, nel quale farò di tutto per vincere una medaglia».

Per l'articolo originale clicca qui

Giorgio Capodaglio

Ti potrebbero interessare anche: