Biathlon | martedì 18 aprile 2017

Fanny Horn Birkeland lascia il biathlon: "È difficile lavorare e non ottenere risultati"

La norvegese ha deciso di fermarsi al termine di una stagione tutt'altro che positiva nella quale è entrata soltanto una volta nelle prime dieci posizioni, restando fuori anche dalla staffetta mondiale

Fanny Horn Birkeland (Foto: TT NTB SCANPIX)

La Norvegia per una delle sue atlete più importanti. A 29 anni appena compiuti, infatti, Fanny Horn Birkeland ha deciso di dare l’addio alle gare. Al termine di una stagione per lei tutt’altro che positiva, nella quale è anche rimasta fuori dalla staffetta mondiale e ha raccolto, come miglior risultato stagionale, soltanto un nono posto nella sprint di Nove Mesto, le sue motivazioni sono scese parecchio. “Il mio obiettivo era di gareggiare almeno fino alle Olimpiadi di PyeongChang – ha ammesso l’atleta di Oslo – purtroppo, però, ho lavorato duro senza raccogliere risultati di rilievo. È difficile allenarsi e fare sacrifici senza avere nulla in cambio. A 29 anni non sono abbastanza vecchia per questo sport, ma questa è la mia decisione e per questo motivo mi sento bene oggi».

Birkeland lascia dopo aver vinto una sola gara in carriera, la sprint di Ruhpolding nella stagione 2014/15, mentre gli altri risultati migliori in gare individuali sono il sesto posto di Khanty nel 2015/16 e il settimo nella sprint di Hochfilzen nel 2014/15. La sua miglior soddisfazione in carriera è l’oro mondiale vinto nella gara di casa con la staffetta femminile, mentre in carriera ha anche vinto un bronzo, sempre nella staffetta femminile ai Mondiali del 2012, e uno nella Mixed Relay del 2015. Alle Olimpiadi, anche, ha vinto una medaglia di bronzo a Sochi nel 2014 sempre nella staffetta femminile. 

G.C.

Ti potrebbero interessare anche: