Biathlon | 09 maggio 2019

Anterselva si prepara al Giro d'Italia, Sandro Pertile: "Uno splendido abbraccio tra due discipline diverse ma con tanti punti in comune"

A poco meno di tre settimane dalla tappa del 29 maggio Fondoitalia ha contattato Sandro Pertile, responsabile del progetto televisivo dei Mondiali di Anterselva e referente biathlon del Giro d'Italia, per capire a che punto sono i preparativi e cosa si aspetta il Comitato Organizzatore dall'evento

Anterselva si prepara al Giro d'Italia, Sandro Pertile: "Uno splendido abbraccio tra due discipline diverse ma con tanti punti in comune"

Fervono i preparativi, ad Anterselva, per lo storico appuntamento di mercoledì 29 maggio quando è in programma l'arrivo della diciassettesima tappa del Giro d'Italia.

Una frazione che potrebbe rivelarsi di cruciale importanza per le sorti della Corsa Rosa numero 102, con tanto di arrivo in salita dopo la partenza da Commezzadura.

La terra del biathlon è pronta ad abbracciare il grande ciclismo. 

Il traguardo, collocato proprio nello stadio del biathlon, sarà oggetto di fotografie e riprese televisive, in modo da diventare prestigiosa vetrina per i Mondiali 2020, altro evento che darà lustro alla località altoatesina. 

A poco meno di tre settimane dalla tappa Fondoitalia ha contattato Sandro Pertile, responsabile del progetto televisivo dei Mondiali di Anterselva e referente biathlon del Giro d'Italia, per capire a che punto sono i preparativi e cosa si aspetta il Comitato Organizzatore dall'evento.

Sandro Pertile: "Stiamo lavorando da mesi a questa tappa, con riunioni costanti in cui facciamo il punto della situazione per monitorare tutto. In questi giorni, naturalmente, si entra nel vivo. E' stata asfaltata la strada nella parte finale così da garantire ai concorrenti di giocarsi al meglio l'arrivo. Per noi è una grande novità il Giro, in passato c'era stato solamente un passaggio e non un arrivo come in questo caso, per di più nello stadio del biathlon. Domani una delegazione del Comitato sarà a Bologna per un incontro in cui saranno discussi ulteriori dettagli. Siamo soddisfatti di come procedono i preparativi, ci aspettiamo una grande risposta in termini di pubblico. La nostra realtà potrà essere conosciuta anche da un pubblico nuovo, diverso dal solito. Tanti appassionati delle due ruote amano anche gli sport di fatica e potranno ulteriormente avvicinarsi al fondo e al biathlon. Risvolti turistici? Una delle ragioni principali per cui si ospita una tappa del Giro d'Italia è proprio questa, anche per noi è di enorme importanza. Possiamo incrementare i turisti italiani facendoci conoscere grazie alle telecamere del Giro. Inoltre la nostra, con l'arrivo in salita, può essere una tappa chiave. Ci auguriamo con tutto il cuore che sia anche una bella giornata a livello climatico, le immagini televisive ne trarrebbero giovamento. Stiamo preparando una serie di attività collaterali, come la visita al Lago di Anterselva, la creazione di un'area gastronomica, eventi di intrattenimento. Ospiti speciali saranno tre medagliati di Ostersund: Dorothea Wierer, Lukas Hofer e Dominik Windisch. Atleti di grande prestigio, testimonial eccellenti per il nostro sport. Naturalmente vogliamo che tutto questo funga da traino in vista dei Mondiali 2020, basti pensare che l'arrivo del Giro è sulla stessa linea dell'arrivo del biathlon. Una chicca l'arrivo sotto la tribuna che ci auguriamo gremita. Sarà una grande immagine per il nostro sport, uno splendido abbraccio tra due discipline diverse ma con tanti punti in comune. Tra l'altro la bici è un mezzo con cui i nostri atleti si allenano costantemente."

 

 

sdl

Ti potrebbero interessare anche: